cloud dedicato

Il termine Cloud va di moda, anche se, parlando di nuvole, spesso puoi rischiare di perderti nella nebbia, come quando si parla di Cloud Dedicato.

Ti sarà capitato di imbatterti offerte con appiccicato il nome Cloud, anche se Cloud non lo sono per nulla.

Intendiamoci, non sempre il Cloud è la soluzione giusta, più avanti ti riporterò alcuni esempi, e non sempre per noi consulenti proporre soluzioni Cloud è la strada migliore per fare gli i tuoi interessi di Cliente.

Vorrei quindi portare il mio piccolissimo contributo per diradare un pò di questa nebbia : dammi tre minuti e leggi l’articolo.

Cloud dedicato : come riconoscere la nuvola dalla nebbia

Il cloud computing si compone di tre elementi essenziali :

  • Utilizzo di sistemi virtualizzati in alta affidabilità
  • Fruizione da remoto di servizi, risorse ed istanze
  • Multi-tenant

Se alla soluzione che stai vagliando manca almeno uno di questi elementi, non possiamo parlare di Cloud al 100%.

L’ultimo dei tre è di solito il punto quello più controverso, ecco come lo definisce Wikipedia (qui articolo completo) :

Multi-tenant si riferisce ad una architettura software in cui una singola istanza del suddetto software gira su un server ed è utilizzata da più di una client organization (tenant).
In un’architettura multi tenant, un’applicazione software è progettata per partizionare virtualmente i suoi dati e la sua configurazione in modo che ogni client lavori con un’istanza virtuale personalizzata.

Trattandosi di un neologismo legato al campo delle Tecnologie di Informazione e Comunicazione non esiste un corrispettivo italiano per il termine “Tenant”. Letteralmente il termine indica un inquilino e nel caso specifico un “co-proprietario”, come coloro che acquisiscono il diritto di proprietà di una struttura in un luogo di villeggiatura che utilizzano in periodi diversi dell’anno.

Magari va benissimo per la tua Azienda, ma non essendo Cloud al 100%, potresti perderti i veri vantaggi del Cloud.

Cosa è cloud…(e cosa no…)

Ecco degli esempi concreti : non è Cloud farsi installare presso un qualsiasi Data Center un proprio server Exchange (virtuale o fisico che sia) ed utilizzarlo da remoto.

Mentre sono Cloud soluzioni come Exchange on line oppure Zimbra On The Cloud.

Allo stesso modo, se parliamo di CRM, utilizzare la propria installazione Dynamics da remoto non è Cloud, mentre si tratta di Cloud se utilizzi Salesforce.com, che viene erogato da un’infrastruttura condivisa in grado comunque di garantire un alto grado di personalizzazione per ogni Azienda utilizzatrice (cioè per ogni tenant…).

Il Remote Desktop non è Cloud, al contrario delle soluzioni Desktop as a Service, così come non è Cloud utilizzare Office da remoto tramite RDP, se vuoi usare in Cloud la suite Microsoft, allora devi rivolgerti ad Office 365.

Parlando di Cloud IaaS, non dobbiamo fare confusione tra soluzioni veramente Cloud (quelle dei grandi player come AWS o  Microsoft Azure,oppure restando in Italia, servizi come Fast Cloud di Fastweb), e i servizi di “Managed Hosting”.

Perchè dovrebbe interessarti ?

Per capire se e quando la soluzione Cloud può veramente portare vantaggi alla tua Azienda, oppure se è meglio optare per altre strade.

Sintetizzando :

Il principale vantaggio delle soluzioni Cloud è sfruttare una struttura multi-tenant ed ottenere il cosiddetto “effetto scala”.

Sei un professionista che vuole gestire meglio le relazioni con i propri clienti o prospect ?

Grazie all’uso di un’infrastruttura condivisa e multi utente, potrai utilizzare un CRM come Salesforce.com ed avere a disposizione le stesse funzionalità della grande Azienda con centinaia di utenti.

Ciò non sarebbe possibile in un’ambiente dedicato: mentre la grande Azienda può avere abbastanza risorse per creare il proprio ambiente hardware e software dedicato, il professionista singolo se lo può solo sognare !

Oppure, sei una PMI che deve testare un nuovo software ed hai bisogno di elevate performance per poco tempo ?

Utilizzando un’infrastruttura dimensionata per migliaia di utenti, potrai “ritagliare” il tuo ambiente virtuale con prestazioni da grande azienda ma a costi decisamente ridotti!

Devi creare un front-end web al quale fare accedere i tuoi utenti da remoto e dare visibilità ai dati di magazzino, tracking degli ordini, etc etc…? Crea in poco tempo un server web in Cloud (con potenza virtualmente illimitata) e collegalo al tuo gestionale, creando un ambiente ibrido.

Per tracciare un confine tra Cloud si e Cloud no, o meglio, tra cloud ed ambienti dedicati, posso allora dirti che il Cloud fa per te se ottieni dei vantaggi da questo effetto scala, se invece questo tipo di vantaggio è contenuto oppure nullo, allora meglio optare per soluzioni dedicate.

Cloud Vs. Dedicato

Arriviamo al punto: cos’è il Cloud Dedicato di cui si trovano diverse offerte in giro ?

Si tratta della creazione di un’infrastruttura a te dedicata composta da due (o più) host fisici sui quale gira un hypervisor. Questa infrastruttura viene connessa ad Internet e tu potrai amministrarla autonomamente.

Il tutto ti verrà fatturato “as a service” cioè con un canone mensile completo di tutto.

Sembra proprio che si tratti di Cloud : ambiente virtuale, elaborazione remota, fatturazione a canone mensile senza investimenti da parte tua.

E invece no…, non è nuvola, è solo nebbia.

Rivediamo i tre elementi di cui ti parlavo prima, ed applichiamoli a questa situazione :

  • Utilizzo di sistemi virtualizzati in alta affidabilità (OK)
  • Fruizione da remoto di servizi, risorse ed istanze (OK)
  • Multi-tenant (NO)

Funziona ? Sì

E’ affidabile ? Certo.

Comporta tutti i vantaggi del Cloud ? No.

Magari la tua Azienda ancora non si fida completamente delle soluzioni cloud e questo può essere un buon compromesso tra tenere tutto nel tuo CED ed il Cloud “puro”,  considera solo che probabilmente ti stai perdendo qualcosa :

  • Con un’ambiente 100% Cloud puoi in qualsiasi momento aumentare o diminuire le prestazioni semplicemente agendo su strumenti software (orchestrator), che un buon Cloud Provider deve metterti a disposizione (vuoi dei consigli per scegliere il miglior Cloud Provider ? Leggi qui…).
  • Basandosi su si un’infrastruttura molto più estesa di due soli host, la potenza che si può raggiungere è virtualmente illimitata. Alcuni Cloud Provider mettono a disposizione anche la cosiddetta opzione Burst, cioè la possibilità di sforare, per un periodo di tempo limitato, le risorse acquistate.

Warning !!! Questi non sono discorsi da tecnici pluricertificati, si tratta sopratutto di vantaggi di tipo economico : poter sfruttare quanto sopra con la massima flessibilità e pagare solo per quel che serve, renderà molto felice il tuo portafoglio! (Vuoi capire di più circa i benefici finanziari del Cloud per la tua Azienda ? Leggi questo articolo…)

Ci sono delle situazione nelle quali invece le soluzioni dedicate si fanno preferire, un tipico caso è quello dei mail server.

Mail server : forse è meglio un Cloud dedicato

Se hai 5 caselle di posta otterrai benefici dall’effetto scala, potrai cioè utilizzare soluzioni di server mail Cloud (Exchange on The Cloud, Gmail o altri), che senza investimenti possono riservarti funzioni tipiche delle grandi Aziende, come condivisione di agende e rubriche, spazio praticamente illimitato per la tua posta e tutto il resto.

Se invece la tua organizzazione ha alcune decine di caselle di posta elettronica, ecco che l’effetto scala inizia a sfumare e potrai quindi apprezzare le specificità di un Cloud dedicato, senza le “regole condominiali” di un ambiente multi-tenant :

  • Pieno controllo sui dati (a proposito… sai quali sono gli aspetti fondamentali per la privacy dei tuoi dati nel cloud ? No ? allora leggi questo articolo…)
  • Massima libertà nella politiche di backup e retention delle caselle di posta.
  • Possibilità di creare più server dedicati per bilanciare il carico.

Cosa è meglio per la mia Azienda ?

Bella domanda !

Se vuoi avere dei consigli contattami qui.