cosa-significa-iaas

[grwebform url=”https://app.getresponse.com/view_webform_v2.js?u=Sn4DP&webforms_id=17869004″ css=”on” center=”off” center_margin=”200″/]Cosa significa IaaS, SaaS, PaaS ?

Cosa significano tutte le altre sigle del mondo Cloud che finiscono con il suffisso -aaS ?

Come saprai significa As A Service, cioè utilizzare un bene sotto forma di servizio anzichè acquistarlo.

Perchè dovrei usare un bene finchè mi serve anzichè acquistarlo?

In linea generale perchè questo può aiutare il conto economico della tua Azienda, spostando la tipologia di costi aziendali dai costi fissi (quelli che il tuo CFO chiama “capex”) a costi variabili legati alle esigenze di business senza alcun investimento iniziale (per il tuo CFO si parla di “opex”).

Questo senza attivare leasing o altri finanziamenti, che ovviamente caricano la tua Azienda di ulteriori costi di natura finanziaria.

Leggi anche: Costi del Cloud, perchè il tuo capo sarà felice.

Nel campo ICT, non investire in infrastruttura fisica e passare alla logica dell’acquisto del servizio, significa, oltre ai benefici di tipo finanziario, avere benefici di tipo operativo:

  • tempi limitati di messa in opera
  • non interessarsi alla complessità dell’infrastruttura
  • non preoccuparsi dei backup
  • non preoccuparsi degli aggiornamenti del software
  • non dover far fronte all’obsolescenza dell’hardware
  • non preoccuparsi di assicurare la continuità di servizio
  • possibilità di aumentare o diminuire l’utilizzo in relazione alle esigenze del business

Ecco perchè tutti si chiedono cosa significa IaaS, SaaS e tutto il resto…, chi lo ha capito prima di altri ora ha demandato al provider tutte queste incombenze “non core business”, e si occupa a tempo pieno di sviluppare applicazioni e processi centrali per il business aziendale.

La lista che stai per leggere include le principali soluzioni presenti oggi sul mercato, di certo non tutte: i servizi che puoi ottenere con il Cloud sono infatti moltissimi ed in continua espansione, tanto che oggi si inizia a parlare di Everything As A Service (sigla XaaS).

Il tutto parte da tre sigle e quindi da tre servizi principali…

Cosa significa IaaS, PaaS e SaaS.

Partiamo con la carrellata:

IaaS: Infrastructure As A Service. Cosa significa IaaS….è la base di tutto! E’ la controparte virtuale delle risorse fisiche che fanno girare le tue applicazioni. Anzichè comprare server fisici puoi affittare RAM, CPU e storage da un Cloud Provider. Tutto il resto ce lo metti tu (sistema operativo, database, middleware vari, applicazioni e quant’altro).

I principali attori di questo mercato?

Nel mercato globale Amazon AWS, Microsoft Azure, Google Cloud Platform e molti altri, in Italia Aruba ed i servizi Cloud proposti dalle Telco, come Nuvola Italiana di TIM e Fast Cloud di Fastweb.

Ecco qui alcuni consigli per scegliere un buon provider IaaS.

PaaS: Platform As A Service. Ti è chiaro cosa significa IaaS ? Bene, PaaS viene subito dopo.

Oltre alle risorse di base, puoi affittare anche tutta una serie di middleware (database, runtime, SDK, etc etc), con le quali sviluppare e mettere in produzione le tue applicazioni che girano sul Cloud, oltre ad una serie di API e connettori di vario genere.

Amazon AWS è tra i servizi di Public Cloud, quello al momento più completo di soluzioni PaaS, ma tutti i grandi player si stanno specializzando nel fornire strumenti agli sviluppatori per convincerli ad erogare applicazioni tramite le loro piattaforme Cloud.

 

SaaS : Software As A Service. La soluzione completa. Utilizzi applicazioni pagandole sotto forma di canone, non curandoti di ciò che c’è “sotto”. Hai bisogno di un gestionale, di un CRM, di un servizio di posta, di una suite di produttività e di mille altre soluzioni? Accedi con un browser, crei un account per il servizio che più ti piace, paghi un canone e non ti devi curare di sistemi operativi, storage, backup ed occupazione di risorse.

Ci sono sul web migliaia di applicazioni in regime SaaS, suite di produttività come Office 365 o Google Apps for Work, CRM come Salesforce.com, email (gmail ed outlook.com), oltre ad una miriade di gestionali, (anche il gestionale che utilizzi ora installato su di un server, ha molto probabilmente una nuova versione SaaS).

Per ricapitolare, l’immagine sotto chiarisce molto bene questo concetto :

cosa-significa-iaas-slide

Quest’altra immagine chiarisce ugualmente il concetto, anche se in modo molto più divertente :

cosa significa iaas pizza

Scherzi a parte, questa immagine ci ricorda che il concetto XaaS non nasce certo con il Cloud…

Ora che abbiamo visto cosa significa IaaS, PaaS e SaaS, vediamo tutti gli altri, si tratta di sigle che definiscono servizi che derivano dai tre sopra…

DRaaS, BaaS, DaaS e gli altri…

DraaS: Disaster Recovery As a Service. Ricordi i tempi nei quali fare un Disaster Recovery era un investimento alla portata di pochi? Ecco, la logica XaaS applicata al Disaster Recovery ribalta questo concetto. Si tratta di affittare delle risorse di un qualsiasi sistema IaaS ed usarle per effettuare una copia virtuale. Nessun investimento e tempi limitati di messa in opera, ora il Disaster Recovery è quindi alla portata anche di aziende medie o medio-piccole. Se vuoi conoscere i 4 punti fondamentali di un Disaster Recovery on Cloud, puoi leggere questo articolo.

BaaS: Backup As a Service. Come fare il backup in casa ma con un livello di sicurezza maggiore, perchè la copia dei tuoi dati risiede in un’ambiente distante, sicuro e protetto: il Datacenter dove sono ospitati i sistemi Cloud. Ecco una descrizione del Cloud backup nelle sue varie sfumature.

StaaS: Storage As A Service. Detto anche Sync&Share, è uno dei servizi più famosi ed utilizzati. Oltre a salvare i tuoi dati sul Cloud, permette anche di renderli disponibili su più computer e device mobili, oltre che a poter recuperare le versioni precedenti dei file. Sto ovviamente parlando di Dropbox, Google Drive, One Drive e di tutti gli altri.

DaaS: Desktop As A Service. E chi l’ha detto che si debbano virtualizzare solo i server? E se invece che installare decine di PC fisici con elevati costi di gestione e mantenimento, utilizzassi un servizio che ti permette di utilizzare un PC virtuale? Un desktop virtuale fa tutto ciò che fai oggi con un PC fisico, ma l’elaborazione non avviene in locale ma presso un sistema Cloud. Prova a pensare ai vantaggi…, basta computer che si rompono, basta hard disk da formattare, basta anche con l’installazione di software non autorizzato, basta backup. Qui trovi un articolo completo sull’argomento, a questo link invece una video demo di un DaaS.

SECaaS : SECurity As a Service. Pur essendo una relativa novità, questo range di servizi si sta rapidamente affermando. E’ la possibilità di demandare a sistemi Cloud la protezione della tua Azienda da tutta una serie di attacchi informatici. I vantaggi principali di avere questi servizi in Cloud, (oltre ai vantaggi comuni a tutti della logica XaaS), sono due: il primo è che si riesce ad intercettare e neutralizzare le minacce lontano dalla tua rete, il secondo è che questi sistemi, essendo particolarmente voraci di risorse, possono lavorare al meglio in un sistema Cloud, più potente ed espandibile di un sistema tradizionale. Tipico esempio di sistemi SECaaS sono le sandbox on the cloud, oppure i sistemi anti DDoS.

FWaaS: Firewall as a Service. Anche se fanno parte dei servizi SECaaS, i servizi FWaaS meritano un capitolo a parte per via della diffusione sempre più capillare. Si tratta di utilizzare un servizio di firewall virtuale e distribuito presso la rete del tuo provider Internet. Questo servizio evita la necessità di installare un firewall fisico presso la tua sede.

UCaaS: Unified Communication As a Service. I famosi centralini virtuali? Non solo! I servizi UCaaS sono molto di più. Inglobano tutte le funzioni di centralino, ma in più hanno a bordo tutta una serie di servizi che permettono la comunicazione e la collaborazione tra le persone della tua Azienda, come chat, presence, integrazione fisso mobile, nomadicità dell’interno telefonico, softphone e via discorrendo. Avere tutto ciò in Cloud ti permette di gestire meglio gli utenti in mobilità e di servire più sedi con un’unica infrastruttura. Con un sistema come questo, sarai inoltre pronto ad utilizzare SIP TRUNK anzichè le linee telefoniche tradizionali.

Qual’è il tuo?

Qual’è il miglior servizio per le tue esigenze? Parliamone!