Ti sarà di certo capitato, ad una riunione di famiglia oppure a cena con amici, di ricevere la fatidica domanda:

Scusa, ma in pratica tu, che lavoro fai?

Confesso che sono sempre in imbarazzo quando devo rispondere a questa domanda, ed il motivo è che devo rispondere che mi occupo di Cloud Computing.

Ed allora devo anche spiegare cos’è il Cloud Computing.

Tutti hanno sentito parlare di Cloud, ma solo pochissimi sanno realmente di cosa si tratta.

Tutto bene finchè devo spiegare a mia cugina che il Cloud non è (solo) salvare “sul Cloud” le foto fatte al mare…

Le cose però si complicano (parecchio!) quando lo devo spiegare ad un imprenditore-cliente, che giustamente vuole capire cos’è il Cloud in un’ottica di vantaggio competitivo per la sua Azienda.

Allora mi aiuto con la definizione ufficiale di Cloud Computing, che spiega in modo semplice e diretto cos’è il Cloud…

Cos’è il Cloud Computing: la definizione del NIST.

Alla domanda: cos’è il Cloud Computing ?, il NIST (National Institute of Standards and Technology), fornisce questa risposta:

Il Cloud Computing è un modello che permette, da qualsiasi luogo ed in maniera comoda, l’accesso su richiesta tramite rete ad un insieme di risorse di elaborazione condivise e configurabili, (es. reti, server, storage, applicazioni e servizi), che vengono rapidamente fornite e rilasciate con il minimo sforzo di gestione o di interazione da parte del fornitore del servizio. Questo modello è composto da: cinque caratteristiche essenziali, tre modelli di servizio e quattro modelli di distribuzione.

Quante cose interessanti racchiuse in poche righe…infatti si parla di:

  • Caratteristiche essenziali
  • Modelli di servizio
  • Modelli di distribuzione.

Dei modelli di servizio (SaaS, PaaS, IaaS e correlati), ne abbiamo parlato in questo articolo, ed abbiamo anche approfondito i temi relativi ai modelli di distribuzione del Cloud Computing (Public, Hybrid, Private, Community).

Non mi resta che approfondire le 5 caratteristiche essenziali…

Cos’è il Cloud Computing, 5 caratteristiche essenziali.

Caro imprenditore, se vuoi godere di tutti i vantaggi del cloud (efficenza dei costi, tempi ridotti di messa in opera, scalabilità delle risorse) è importante comprendere queste 5 caratteristiche, e ricercarle in ogni offerta che ti verrà sottoposta.

  • On demand self service
  • Broad Network access
  • Resource pooling
  • Rapid elasticity
  • Measured Services

Se la piattaforma che stai valutando ha queste caratteristiche, allora potrai cogliere tutti i vantaggi competitivi del Cloud!

#1 On Demand self service

Che tu stia utilizzando una semplice Virtual Machine oppure un più complesso Virtual Private Datacenter, un buon sistema cloud deve darti la possibilità di usufruire di risorse (RAM, CPU e storage) in modo del tutto automatico, senza quindi dover richiedere assistenza o intervento umano.

Lo stesso vale quando vuoi creare delle nuove VM oppure creare reti virtuali.

Questo è un punto molto importante, e difatti i diversi Cloud Provider sono sempre più impegnati a fornire interfacce e funzioni per poterti permettere di interagire nel modo più semplice possibile con ambienti Cloud sempre più complessi.

#2 Broad Network Access

Senza accesso tramite Internet che Cloud sarebbe?

Che si possa accedere da remoto tramite Internet lo diamo per scontato…, ma non basta!

La piattaforma che stai utilizzando dovrebbe essere “pensata” anche per essere utilizzata da diversi dispositivi, sia fissi che mobili.

#3 Resource Pooling

Qui si parla di “astrazione” delle risorse.

Un ambiente Cloud, per essere tale, si basa sulla continua assegnazione e ri-assegnazione dinamica delle risorse, questo può avvenire tra diversi server virtuali di un unico cliente oppure tra server virtuali di due differenti clienti (multi-tenant).

#4 Rapid Elasticity

Ladies & Gentlemans, ecco a voi la scalabilità, elemento fondamentale di ogni ambiente Cloud.

L’aumento (o la diminuizione) delle risorse deve essere rilasciato e fornito in modo completamente “elastico”, a seconda della domanda e delle necessità del momento.

L’ideale sarebbe che tutto questo sia automatico: hai un server che ospita un software di fatturazione che lavora molto a fine mese e che necessita di maggiori prestazioni solo per pochi giorni? L’ambiente Cloud dovrebbe essere pensato per poter riservare al tuo server più risorse senza che tu ti debba preoccupare di nulla!

Leggi anche: Cloud dedicato, questo non è cloud!

#5 Measured services

Per definizione, un sistema Cloud si basa sull’ottimizzazione continua delle risorse, sfruttando una continua misurazione delle prestazioni.

Tutto ciò si traduce in una reportistica circa lo stato del sistema, la risorse utilizzate ed altri parametri, come ad esempio la lista degli accessi al panello di configurazione.

Questo in modo trasparente sia per il provider che per il cliente.

Last…but not least!

Queste sono le caratteristiche di base, per scegliere il miglior provider cloud sono importanti anche altri fattori, di cui parliamo in questo articolo.

Inoltre, l’offerta giusta per te potrebbe anche non avere uno o più di questi elementi, ad esempio:

  • Cerchi un ambiente Cloud creato e gestito ad hoc sulle tue esigenze, e quindi non è importante automatizzare il provisioning.
  • Hai un ambiente di Private Cloud, di conseguenza la dinamicità delle ricorse non è il fattore più importante.
  • ….

Come vedi ricercare la giusta offerta Cloud non è cosa da dilettanti…, vuoi contattarci per parlarne?