FTTC VDSL

FTTC VDSL: c’è chi la chiama “fibra”, io preferisco chiamarla “fibra finta”.

Intendiamoci: se la tua Azienda poteva finora contare solo sulla copertura di una “misera” ADSL oppure di una connessione wireless, spesso la soluzione FTTC VDSL può essere un bel passo in avanti in termini di prestazioni della tua connessione.

Per fare in modo che sia veramente così, è necessario verificare alcuni punti importanti.

Infatti, per determinare l’effettiva qualità di una connessione FTTC VDSL, il fattore più importante è la distanza che c’è tra la tua Azienda ed il cabinet dove è presente la fibra.

In questo articolo ti parlerò quindi dell’incidenza del fattore distanza per la qualità della tua connessione FTTC VDSL aziendale.

Perchè si parla di distanza fibra- Azienda?

Questo è il primo aspetto che voglio chiarire…

FTTC VDSL: come è fatta…

Se sei un nostro nuovo lettore ed ancora non conosci l’architettura FTTC VDSL,  ti faccio ora un piccolo riassunto,  per approfondire ti segnalo l’articolo dedicato a questi temi.

Per accedere ad Internet tramite link fisico, ad oggi ci sono tre diverse modalità:

  • FTTH (Fiber To The Home): è la fibra ottica “vera”. Tutto il collegamento, dalla centrale dell’operatore fin dentro alla tua Azienda, è costituito da un cavo in fibra ottica, senza neanche un centimetro di collegamento in rame. E’ senz’altro l’architettura migliore e più performante, permette di raggiungere la velocità di 1 Gbps.
  • ULL (Unbundling Local Loop): si tratta del famoso “ultimo miglio”, di cui avrai di certo sentito parlare. La fibra arriva nella centrale dell’operatore, da dove parte un cavo di rame (lunghezza media 2,5 Km) che raggiunge la tua Azienda. Si tratta della classica ADSL (o SHDSL).
  • FTTC VDSL : La fibra ottica non arriva dentro la tua Azienda ma si “ferma” al cabinet in strada. Dal cabinet alla tua Azienda abbiamo ancora il doppino in rame.

 

FTTC VDSLEccoci arrivati al punto: la distanza di questo doppino in rame è decisiva per la velocità e l’affidabilità del tuo collegamento Internet.

Spesso gli operatori sottolineano l’estensione della loro rete, ma per usufruire di un buon servizio, spesso non è importante la “lunghezza” della rete, bensì la capillarità e la vicinanza al cliente.

FTTC VDSL: questione di distanza

Senza scendere troppo in analisi tecnico-fisiche, ricordo dai tempi dell’Istituto Tecnico il concetto di resistenza e di impedenza: qualsiasi corpo (quindi anche il doppino di rame della tua connessione) attraversato da una corrente elettrica oppone resistenza.

Semplificando molto e sperando di non far venire un infarto a qualche ingegnere elettronico, si può dire che, per raggiungere la tua azienda, i dati passano sulla connessione in rame attraverso impulsi elettrici: maggiore è la distanza del filo di rame e maggiore è l’impedenza, più impedenza uguale minore velocità di connessione. 

Un altro fattore è la qualità del filo di rame: un cavo vecchio e rovinato è garanzia di problemi, più il cavo di rame è lungo e maggiori saranno le probabilità che abbia parti rovinate.

E’ possibile, prima di firmare il contratto, conoscere la distanza ed una stima della velocità della mia connessione FTTC VDSL?

La risposta è sì, è possibile.

Internet aziendale: le migliori soluzioni

FTTC VDSL: come conoscere la distanza.

In rete ci sono diverse possibilità di verificare la distanza che intercorre tra la tua Azienda ed il cabinet di riferimento, con questi valori si possono stimare le velocità di connessione. (NOTA BENE: si tratta di una stima, l’effettiva qualità di connessione la puoi valutare solo con la linea collegata ed in fase di test).

Tra i tanti io utilizzo Fibermap (lo trovi cliccando qui), che segnalo anche se si tratta di un sito promosso da un competitor…(quando si tratta di cose ben fatte ed utili anche i competitor vanno elogiati…)

Prima di fare un’offerta ad un mio cliente, verifico la distanza che intercorre tra il cabinet e l’Azienda: cerco di capire se potrò dare un servizio di qualità oppure se dovrò consigliare altre tecnologie di connessione.

FTTC VDSL: alcuni esempi…

Di seguito alcuni screenshot da analisi fatte presso alcuni miei clienti.

Partiamo da una distanza ridotta, circa 140 mt tra cabinet ed Azienda.

FTTC VDSL 140

Come puoi vedere si stima una velocità di circa 83 Mbps in download e circa 25 Mbps in upload…niente male!

Aumentiamo ora la distanza:

FTTC VDSL 280

Con un link in rame di 280 mt, le velocità stimate di questa FTTC VDSL si abbassano a circa 68 Mbps in download e di circa 21 Mbps in upload…sempre buono!

Cosa succede con distanze maggiori?

FTTC VDSL 730

A 730 mt i valori si abbassano: 33 Mbps in download e 6 Mbps in upload…

Sempre meglio di una comune ADSL, ma in una logica aziendale potremmo avere i primi problemi.

Andiamo avanti:

FTTC VDSL 2300

Eccoci arrivati in fondo…una distanza di 2300 Mt (spesso anche meno) non permette la fruizione del servizio.

Il servizio risulta nominalmente disponibile perchè la tua azienda è fisicamente connessa a quel cabinet, ma in fase di attivazione subirai la bocciatura del circuito.

A questo punto faccio una verifica di fattibilità per una linea in fibra ottica “vera”, cioè una linea FTTH, tecnologia che non ha questi problemi: all’interno di un cavo in fibra ottica non passa corrente elettrica ma un segnale luminoso.

Sei rimasto scottato?

Credevi che con una connessione FTTC VDSL avresti risolto i tuoi problemi ma sei rimasto deluso?

Contattaci subito!

Studieremo il progetto di connessione più indicato per la tua Azienda!