zimbra exchange

Qual’è l’applicazione alla quale non potremo più fare a meno ?

Facile rispondere : la posta elettronica.

Infatti le aziende possono stare senza fax, possono al limite anche sopportare un down della linea telefonica (ci sono i cellulari…), ma un down del servizio di posta è ora ritenuto di una criticità estrema.

Implementare un servizio di posta è di conseguenza diventato estremamente complesso: il sistema deve essere sempre raggiungibile, deve esserlo con sistemi e device differenti e deve essere rapidamente scalabile, sia in termini di numero di utenti che di storage.

La soluzione più tradizionale, ovvero quella che prevede un mail server installato presso il CED aziendale, (soluzione principale:  Microsoft Exchange) comporta certamente altissima security, massimo controllo delle mail, e per un altissimo interscambio di messaggi all’interno della LAN offre il vantaggio di non dover occupare la banda Internet.

Questa soluzione presenta ora però tutti i suoi limiti, in un epoca in cui tutti gli utenti (e non solo i manager che si “accontentavano” del Blackberry) chiedono di poter disporre della mail aziendale con i propri device (il famoso fenomeno BYOD).

Non è quindi più sufficente installare il BES, ma è necessario creare VPN, aprire le porte del firewall e configurare e manutenere il tutto.

Inoltre gli utenti richiedono caselle di posta sempre più capienti, che costringono l’IT Manager ad incrementare gli storage, se non addirittura dover cambiare o ampliare le licenze software.

Altro capitolo spinoso è il backup, perdere una mail sembra diventato, per ogni utente, un danno irreperabile, tralasciando poi l’incombenza di mettere al riparo l’IP pubblico del mail server dalle forche caudine delle black list anti spam.

Per tutti questi motivi, rivolgersi a soluzioni Cloud sta diventando la soluzione che sempre più aziende implementano.

Sul mercato esistono soluzioni Cloud “dure e pure” quali ad esempio Google Apps for Business : la soluzione Google non pone alcun problema di storage grazie allo spazio quasi infinito (25 GB per utente), ed è facilmente interfacciabile e sincronizzabile con qualsiasi device mobile.

Servizio solido ed affidabile, come tutti i servizi Cloud nessun problema di backup, aggiornamenti, licenze, gestioni e manutenzioni varie, il sistema ha una spinta vocazione alla collaboration grazie a Google Talk, Google Drive ed il nuovissimo Google Keep.

Inzia ad imporsi, con caratteristiche molto simili, anche Exchange On Line, che ha dalla sua parte la forte integrazione con la suite Office 365.

Per chi non ha estese esigenze di controllo delle proprie mail, queste sono senz’altro soluzioni molto valide.

Resta però un problema, particolarmente sentito nella realtà (e nella cultura) italiana : essendo uan soluzione Cloud di ampiezza globale, l’Azienda non può sapere dove risiedono le proprie mail, ed essendo le politiche di privacy decise da Big G, alla PMI non resta che adeguarsi.

Per risolvere sopratutto quest’ultimo problema è possibile utilizzare soluzioni intermedie : si utilizzano sistemi Cloud, ovvero ambienti virtualizzati in alta affidabilità che assicurano la massima continuità di servizio, l’Azienda è così svincolata da ogni incombenza di gestione, con il vantaggio però che essendo le mail conservate presso il datacenter dell’Hosting Provider, le politiche di privacy possono essere modellate secondo le esigenze dell’Azienda Cliente che le concorderanno con l’hosting provider stesso (è anche possibile, ad esempio, creare una macchina virtuale oppure uno storage dedicati al singolo Cliente).

La soluzione migliore in quest’ambito è senz’altro VMWARE Zimbra, che comporta tutti i vantaggi del Cloud, assicurando altissima scalabilità (è possibile acquistare da una a migliaia di caselle di posta); perfettamente interfacciabile con tutti i device mobili (Android ed iOS e Windows Mobile sincronizzano mail calendari e rubriche tramite Active Sync), è supportato il BES per coloro che sono ancora affezzionati al Blackberry.

Non cambia l’esperienza utente che potrà comntinuare ad utilizzare Outlook tramite un connettore.

E per i costi ? se vi interessa ho fatto due conti in questo post.

Se sei interessato ad una soluzione e-mail Cloud per la tua Azienda contattami qui.

 

[contact-form-7 404 "Not Found"]