Dopo una lunga fase di stagnazione, finalmente anche nel nostro Paese le nuove reti di comunicazione stanno nascendo e si stanno espandendo.

Se, in un’ottica di accessi wireline, la grande novità degli ultimi tempi sono senz’altro le reti VDSL, (per maggiori info clicca qui) nel mobile le reti LTE promettono di rivoluzionare non poco le nostre abitudini ed anche, in prospettiva, il nostro tessuto sociale.

Vediamo un pò nel dettaglio la tecnologia di rete mobile, innanzitutto la rete LTE promette numeri di tutto rispetto:

  • velocità di trasferimento dati in download fino a 326,4 Mb/s;
  • velocità di trasferimento dati in upload fino a 86,4 Mb/s;
  • velocità di trasferimento dati al bordo della cella da 2 a 3 volte superiori all’UMTS/HSDPA

diciamo subito che la tecnologia LTE non è propriamente una tecnologia 4G, perchè, essendo parte degli standard 3G, è invece, come dicono i puristi, una “3G evolution”:

 

Gli operatori hanno recentemente lanciato sul mercato offerte congiunte di tablet+ connettività LTE, con velocità a dire il vero ancora lontane da quelle potenziali della tecnologia, ma sappiamo che in questi ambiti il potenziamento della tecnologia viaggia di pari passo con le applicazioni e con la loro diffusione.

Aldilà degli aspetti puramente tecnici, è interessante capire quali implicazioni queste tecnologie potranno avere sulla nostra vita e sul nostro modo di lavorare, ovvero : cosa possiamo fare con in tasca dei device che “corrono” fino a oltre 300 Mbps ?

Certamente la possiblità di fare in mobilità ciò che ora facciamo in ufficio con il nostro desktop, avrà come risultato che in un arco di tempo non troppo lungo, LTE manderà in pensione i PC, ed il Cloud sarà insieme protagonista e catalizzatore del cambiamento.

Si stanno affermando tecnologie che permettono di virtualizzare il nostro desktop e di mandarlo sul Cloud, sarà quindi poi possibile, tramite una sorta di emulatore, accedere tranquillamente al nostro desktop virtuale direttamente dal nostro tablet : è come se il nostro PC dell’ufficio diventasse un’app del nostro tablet!

Con la giusta velocità di connessione, questo ed altro sarà possibile.

Non essendo più vincolati ad uno spazio fisico, vedremo sempre meno aziende formate da decine di scrivanie, open space e sale riunioni, e sempre più organizzazioni “liquide” formate da collaboratori mobili, telelavoro, videoconferenze e quant’altro.

Questi sono cambiamenti di non poco conto, ed i cambiamenti per le aziende non saranno una sfida solo per i CIO, ma anche e  sopratutto per i CEO, alle prese con nuovi modelli di organizzazione aziendale.

Basti pensare alla security informatica: dalla priorità alla sicurezza perimetrale e degli accessi alla LAN, dovranno essere implementati modelli che dovranno gestire le decine di device mobili che accederanno alle risorse di Private/Public Cloud; i firewall così come li conosciamo diventeranno rapidamente sistemi non solo di controllo accessi, ma sopratutto sistemi di controllo e gestione dei device e delle app installate.

Infine, pensando alla vita di tutti i giorni, è evidente che con 300 Mbps in tasca e grazie al nostro tablet è possibile fruire di contenuti video di altissima qualità in piena mobilità, vuoi vedere che dopo i PC, LTE ed evoluzioni successive manderanno in pensione pure la televisione ed il cinema ?

[contact-form-7 404 "Not Found"]