Con il recente rilascio della nuova versione Spring 12, il famoso CRM Cloud lancia la propria app ufficiale per IPhone ed Android, abbiamo provato quest’ultima.

Diciamo subito che il download e l’installazione dal market si sono dimostrate leggere e veloci, questo per tutti  i modelli di smartphone sui quali è avvenuto il test (un recente Galaxy Note con Android 2.3, un più datato Galaxy-S GT-I9003, ed un LG-Optimus One P500, entrambi con Android 2.1), sia con rete 3G/HSDPA che con rete wi-fi.

In generale, l’utilizzo dell’applicazione si è rivelato fluido e senza particolari problemi sulle tre diverse piattaforme.

Una volta completata l’installazione, vengono richieste le credenziali del proprio account Salesforce, ed, ad ogni successivo riavvio, tali credenziali non vengono più richieste, mentre viene richiesta la creazione di un apposito PIN di sicurezza da digitare ad ogni utilizzo. Quest’ultimo aspetto, pur garantendo una maggiore sicurezza, può risultare fastidioso per utilizzi ripetuti.

L’interfaccia si presenta come una serie di riquadri che occupano tutto il display (ottimizzata per i due modelli Samsung, mentre per il modello LG, di dimensioni più ridotte, è necessario scrollare), dai quali si accede alle funzionalità classiche del CRM, quali operazioni da compiere, lista referenti, leads, account, cruscotti digitali ed altro.

Il tutto appare essenziale ma sicuramente di grande intuitività e comodità di utilizzo.

 

Le funzionalità che sono apparse più interessanti per un utente mobile sono sicuramenti l’integrazione con la lista chiamate del cellulare (il sistema riconosce il numero chiamato o chiamante e lo associa al referente presente in Salesforce), con la possibilità di registrare sul server Salesforce l’attività svolta e relative note o richiami.

Inoltre, porteremo sempre con noi tutti i numeri di telefono dei nostri Clienti e partner, anche quando sono diverse centinaia, potremo quindi tenere sulla rubrica del telefono solo pochi numeri, e per il resto affidarci alla ricerca su salesforce che anche da mobile avviene in modo estremamente veloce. Una volta trovata la scheda del Cliente, tramite il click to call integrato sarà possibile effettuare direttamente la chiamata.

Concludendo, possiamo dire che gli ingegneri di Salesforce, che già ci hanno abituato bene con la versione Saas, mantengono alti standard di qualità anche con la versione mobile.

Per contro, aree di miglioramento si possono trovare in una maggiore personalizzazione dell’interfaccia e delle query di ricerca, attendiamo i prossimi rilasci !

[contact-form-7 404 "Not Found"]