La nuova versione di Zimbra Mail & Collaboration Suite, da poco rilasciata da VMWARE, porta con sè diverse novità, tra le quali una rinnovata interfaccia grafica del web client, che semplifica l’accesso da ogni PC e da ogni device, permettendo, oggi più che mai, di evitare l’installazione di un mail client sul proprio PC.

Lasciando invece tutto sulla nuvola, si può di avere accesso in modo semplice e veloce alla propria mail, rubrica e calendario.

(Resta comunque supportata la piena integrazione con Outlook e tutti i principali client di posta).

 

L’aspetto però più interessante di questa nuova versione, è, a mio parere, l’accellerazione all’apertura della suite verso app, sistemi e servizi di terze parti.

Ciò non sorprende affatto se pensiamo a quanto sta succedendo nel mercato ICT, dove oramai un prodotto/software/servizio/sistema non è più definito e valorizzato per le proprie caratteristiche e funzioni, ma per la capacità di creare intorno a se un’ecosistema di app che ne integrano le funzionalità native.

Il successo di iPhone prima e di Android dopo, sta sicuramente qui : non è un caso che i due sistemi si sfidino circa il numero di app presenti sui rispettivi store e circa relativi download, e, del resto, cosa sarebbe stato Facebook nella fase iniziale se non ci fosse stata Farmville ?

Per contro, colossi come Nokia e RIM, concepiti come “chiusi”, non essendo stati capaci di aprirsi e di rivedere il proprio approccio in quest’ottica, stanno attraversando fasi di grandi difficoltà, probabilmente letali per aziende che fino a pochi anni fa sembravano invincibili.

Zimbra invece, essendo di stampo open source, ha sempre potuto contare, anche quando di app si parlava ancora poco, sull’ecosistema delle cosidette “Zimlet”, applicazioni appunto di terze parti che aggiungono le funzioni più disparate, come ad esempio l’invio di fax dalla mail o l’integrazione tra il calendario e l’orario dei treni.

In questa nuova versione viene rafforzato tutto ciò, sopratutto nell’ottica Enterprise: sono state introdotte integrazioni del web client con sistemi VoIP quali Mitel e CISCO.

In altre parole, per chi utilizza i sistemi sopra citati, il Web Client Zimbra diventa un potente strumento di Unified Communication in quanto mette a disposizione funzioni di Click2Call, voicemail, presence e chat senza necessità di software specifico. (Ovvero : ovunque sia potrò interfacciarmi al centralino aziendale con una qualsiasi connessione Internet).

La stessa Siemens, presenza storica nel campo dei sistemi telefonici per aziende, si è mossa in questa direzione, integrando la propria soluzione VoIP per PMI OpenScape Office con Zimbra, per offrire ai propri utenti servizi integrati di Unified Communication.

L’amministratore di sistema può quindi beneficiare di un solo strumento che assolve a tutta una serie di funzionalità di comunicazione.

Se sei interessato ai servizi di Groupware Zimbra e di Unified Communication contattami qui.

[contact-form-7 404 "Not Found"]